Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Log in
A+ A A-

ALTRO ALLARME SANITARIO, LE ALLERGIE

In evidenza ALTRO ALLARME SANITARIO, LE ALLERGIE

Un'altro allarme si leva dal mondo sanitario cittadino. Il Messaggero di ieri (4/5/2017) propone l'allarme allergie "suonato" dalla dirigente della UOC di Pediatria del nosocomio cittadino, Paola Tomassini. L'allarme non riguarda il picco primaverile delle manifestazioni allergiche ma l'abbassarsi dell'età nella quale si manifesta. Bambini di appena un anno sono già colpite da questo tipo di patologia. Il dott. Mocci, nello stesso articolo, evidenzia come la pressione degli inquinanti abbia amplificato le reazioni allergiche dovute ai pollini. Il medico sottolinea anche il fenomeno che vede la insorgenza di reazioni allergiche anche in età adulta. Ciò sembra avvalorare la tesi che correla l'inquinamento ambientale alla modificazione di pollini e quindi all'incremento delle manifestazioni allergiche. Tali correlazioni non sono più in discussione, in un articolo pubblicato nel sito della Fondazione Serono leggiamo:


"Secondo lo studio di Jalbert e colleghi, varie sono le cause dell’aumento dell’esposizione agli allergeni dell’aria e, di conseguenza, dell’incremento della diffusione delle allergie. L’inquinamento altera direttamente la composizione dell’aria e aumenta il rischio di allergie a causa di sostanze prodotte dai motori di automobili, camion e altri veicoli e di quelle che derivano dall’attività di alcune industrie."

 

Nel sito della farmaceutica Angelini, un articolo riporta:

"La salute dei nostri polmoni è ancora più minacciata quando l'allergia a pollini, polveri e altro si associa all'inquinamento: c'è una forte correlazione tra allergie e Pm10, ossia una delle polveri sottili responsabili dello smog. Una delle prove più convincenti è venuta dal Giappone: a Tokyo si è rilevata una frequenza del 13 per cento di allergia al polline di cedro in chi risiede in abitazioni dislocate lungo le strade di grande traffico (alberate con cedri). Nei villaggi rurali, che sorgono ai limiti dei boschi di cedro, invece, i casi di allergia sono solo il 5 per cento. I ricercatori hanno scoperto che i fumi di scarico dei motori diesel, combinandosi con il polline di cedro, rendono quest'ultimo molto più aggressivo e allergizzante."

Traffico, sigarette ed industria ancora sotto accusa, ma quando sarà intrapresa la via virtuosa della prevenzione ovvero della riduzione delle emissioni inquinanti?

 

Ultima modifica ilVenerdì, 05 Maggio 2017 18:10
Devi effettuare il login per inviare commenti
Partly Cloudy

11°C

Civitavecchia

Partly Cloudy

Humidity: 51%

Wind: 17.70 km/h

  • Mostly Sunny
    20 Nov 2017 16°C 7°C
  • Mostly Cloudy
    21 Nov 2017 16°C 10°C

fbanner 256