Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Log in
A+ A A-

MAMMA MIA

MAMMA MIA Carlos Osorio/Associated Press

Sono passati due mesi e mi sembra di vivere una vita non mia...mancante di qualcosa, una mancanza che nessuno potrà mai colmare. Ieri era anche la festa delle donna: tu sei stata e sarai sempre la donna più importante della mia vita! Auguri mamma! Non sapevo se scrivere ancora qualcosa perché non sono solito farlo e credo che nessuno, e soprattutto io, vorrebbe mai scrivere queste parole qui sotto ma credo che ancora una volta possano farti sentire la migliore mamma del mondo! Ti amo e ti penso sempre! Mammina mia, tu sai benissimo come mi sto sentendo e quali sentimenti sto provando: paura, dolore, vuoto e tristezza. Non riesco nemmeno io a capire quello che é successo, non mi capacito ancora della tua assenza. Forse non capisco ancora quanto sarà dura amore mio...ancora sei qui davanti a me. Davanti al tuo corpo sto scrivendo queste parole e forse solo perché sei qui vicino a me ancora non sento quel grande dolore che invece dentro mi sta distruggendo.

Pensavo che non avrei avuto la forza di sentire sulla pelle il tuo ultimo respiro, pensavo che non sarei stato capace di stare vicino a te dopo la tua morte. Invece, é tutto il giorno e tutta la notte che mi avvicino a te e ti bacio...sento la tua pelle fredda ma sento ancora il tuo profumo.Tu mi baciavi tanto come lo sto facendo io e tu meriti solo questo ora. Meriti il mio amore e la mia forza. Era il 3 settembre 2011 quando tutto é iniziato, ricordo quei momenti e ricordo la tua paura ma ricordo di te anche una infinita forza e uno strabiliante coraggio! Sei andata contro ogni statistica medica e hai vissuto 4 anni e 4 mesi da quel giorno. Quei giorni lì hai vissuti per me ne sono sicuro. Volevi vedermi felice sempre! Anche quando tu stavi male e io ingenuamente uscivo la sera, tu non mi hai mai chiesto di stare li con te! Volevi solo che fossi felice e mi lasciavi con il sorriso. Ti ammiro per la forza che hai avuto mamma, ti ammiro per l’amore che hai donato e che donerai ancora anche attraverso di me. Hai sopportato dolori lancinanti, notti insonne, terapie che ti facevano star male e interventi chirurgici senza mai dimostrare di avere paura. E sai quando ho capito che eri così forte? Un mese fa hai subito l’ultimo intervento di fronte al quale avevi un altissimo rischio di perdere la vita. Tu non hai avuto paura...io ero all’università e mi hai chiamato dicendo che c’era questo rischio ma che quell’intervento lo avresti fatto. Tu non avevi paura. Tu puoi essere esempio per me e per tutti di grande forza e di grande amore. Questi ultimi giorni con te sono stati i peggiori...non riuscivo nemmeno a lasciare il tuo letto, non riuscivo ad andare via...avevo paura di perderti. Hai sofferto così tanto in questi giorni che vederti qui riposare mi tranquillizza perché ho provato un dolore così forte nel vederti così che ho pregato il Signore negli ultimi istanti di far finire la tua sofferenza. Un figlio non vorrebbe mai chiedere questo per la propria madre ma la sofferenza che ho visto nel tuo respiro, nel tuo cuore battere e soprattutto nei tuoi occhi ha superato anche l’egoismo di un figlio che ama la sua mamma. Ma non ho mai smesso di chiedere la tua guarigione perché per me eri e sei tutt’ora la persona più importante della mia vita. Io non so descrivere a parole l’amore che mi hai dato e forse solo tu ora stai riuscendo a vederlo tutto il mio amore. Sono stato con te sempre questi giorni mammina mia. E mi mancavi già tantissimo te lo giuro. Mi hai sempre aiutato nello scegliere i vestiti da mettere e eri felice che fossi sempre bello e ora non potrai più farlo con me ma so che anche nello scegliere i vestiti da mettere tu guiderai le mie mani e le mie scelte, in tutto. Tu hai vissuto per me mamma: mi hai voluto vedere felice, diplomato e poi lo so come mi avresti voluto vedere. É da quando sono piccolo che ho deciso di fare il medico e la tua malattia sappi che non mi ha assolutamente fatto pensare che quel sogno potesse non essere realizzato. Tu saresti voluta essere li, sentirmi discutere una tesi e avresti voluto vedermi con il camice bianco. Però hai resistito fino ad ora e hai avuto la forza di vedermi come studente di medicina e io ti prometto mammina che diventerò medico e quel giorno in cui prederò la Laurea, quella sarà tutta per te. Perché sarà per te che sarò un medico diverso e per te aiuterò chiunque ne avrà bisogno fino a restare sveglio notti su notti come avresti fatto tu per me. Non sai quante cose non ti ho detto in questi anni e quanto, forse, non ti ho dimostrato l’immenso amore che provo per te. Scusa per tutte quelle volte che ci siamo arrabbiati e grazie per tutte le volte che con il tuo naso e la tua bocca ti avvicinavi e mi accarezzavi il viso e mi baciavi. Grazie per tutto l’amore che mi hai dato e per tutto quello che mi hai dimostrato e per tutto quello che mi hai insegnato. Avrò la forza di lottare come hai fatto tu e starò vicino a papà che ti ha amato come non mai. Hai avuto un marito che ti ha fatto sentire come una regina e tu fino alla fine sei stata la nostra regina. Grazie anche a te papino, ti voglio tanto bene per quello che hai fatto per lei. Sai perché tu non sei più con me? Forse lassù avevano bisogno di una mamma per gli angeli, un mamma che potesse dare solo e soltanto grande amore. E quella non puoi che essere tu mammina mia.
Mi mancherai tantissimo te lo giuro! Ti amo tanto mamma!
Tuo figlio Alessio.


Ultima modifica ilMercoledì, 21 Settembre 2016 20:47
Devi effettuare il login per inviare commenti
Partly Cloudy

11°C

Civitavecchia

Partly Cloudy

Humidity: 51%

Wind: 17.70 km/h

  • Mostly Sunny
    20 Nov 2017 16°C 7°C
  • Mostly Cloudy
    21 Nov 2017 16°C 10°C

fbanner 256